Google+ Followers

sabato 9 luglio 2011

I CONGRESSO INTERNAZIONALE DI MEDICINA INTEGRATA ROMA, 23-24 MARZO 2012

Quale umanesimo
e quali testimoni nelle patologie dermatologiche?

 “Etre bien dans sa peau”

questa affermazione vuole definire uno stato di armonia e di benessere psico-fisico.

L’intento di questo convegno è  di entrare  nell’armonia del paziente, analizzato dal punto di vista di un approccio medico integrato, dove medicina convenzionale e non, si uniscono per curare quella componente fondamentale dell’aspetto umano che unisce in sè tutte le dinamiche della sua complessità: la pelle.

Attraverso gli interventi dei vari relatori, cercheremo di “viaggiare” in questo universo che rappresenta la pelle: dall’aspetto psicosomatico, dove il Maestro Alain Horvilleur ci porterà alla comprensione delle relazioni tra pelle e psiche, alla possibile ed effettiva integrazione nell’intervento terapeutico; nonché all’aspetto anti-aging fino alle ultime scoperte nel mondo della ricerca omeopatica con la presenza del Premio Nobel Luc Montagnier.
La finalizzazione dei suoi ultimi studi sulle proprietà del Dna e della produzione di onde elettromagnetiche in diluizioni acquose, permette di aprire nuove strade, inesplorate ma sicuramente innovative, nella comprensione di una Medicina che abbia il compito di ridiventare Unica e Complessa, superando gli steccati finora presenti.

La scienza medica  ha davanti a sé una grande sfida: conciliare i progressi sempre più sconfinati e brillanti con un’umanizzazione sempre più assente; le discipline mediche che furono riconosciute dalla FNOMCEO quali atto medico, come l’omeopatia, la fitoterapia, la medicina antroposofica,  nelle loro lunghe e gloriose storie, hanno sempre dimostrato come loro fine principale sia l’attenzione alla complessità totale dell’individuo: il nostro auspicio è di vedere realizzata un’integrazione delle molteplici diversità di approccio alla cura dei nostri pazienti, al fine di realizzare attraverso un’attuale e costante impegno il loro totale benessere.

Nessun commento:

Posta un commento